Incontro di Parise Tullio

Incontro
E con quanta violenza,
cuore,
potrai assorbire la gioia di un incontro cercato a lungo
ed ormai insperato?
Eserciti la pazienza, metodicamente, ignorando
quanto desidereresti pulsare aritmicamente,
quanto aneleresti sentirti esplodere in gola,
quanto chiederesti di turbinare nel cervello.
Sciocco!
Ragione non domina l’afflato della passione
né costringe la speranza in luoghi chiusi.
Perché opporti dunque a ciò che è tua natura?
Perché torcere il capo, chinare la mente, abbassare lo sguardo?
Volgiti, cuore, all’astro che passando illumina;
bevi alla fonte, dissetati;
riempi i polverosi anfratti reconditi di aria pura
e concediti la vita!

0 commenti

Lascia un commento

Avatar placeholder

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.